Non serve uscire a prendere l’acqua, stiamo a casa!

#iostoacasa

Siamo tutti d’accordo sul fatto che stare a casa in questo momento è fondamentale per fermare la diffusione del Coronavirus.
L’obbligo di restare a casa è anche sancito da decreti e ordinanze a cui noi tutti ci dobbiamo attenere.
 
E allora perché il Sindaco non compie un ulteriore atto di responsabilità dicendo chiaramente ai cittadini desiani di NON USCIRE a prendere l’acqua ma di BERE DAL RUBINETTO da casa?
 
In questo modo si evitano assembramenti alle casette dell’acqua e si velocizza la spesa, oltre ad avere un motivo in meno per uscire, cosa molto importante di questi tempi.
 
La stessa società BRIANZACQUE dovrebbe lanciare questo messaggio e invitare al consumo di acqua del rubinetto: chi meglio di loro che fanno i controlli sulla nostra acqua può rassicurare i cittadini sul fatto che possono bere dal rubinetto senza problemi?
 
Se poi andate a leggere sul loro sito, si dice chiaramente che l’acqua delle casette è la stessa dell’acquedotto, cioè quella che ci arriva in casa, solo con un sapore leggermente migliore (chi la consuma ci potrà dire se è vero).
Case dell’acqua – Erogano acqua di rete, la stessa dell’acquedotto ulteriormente sterilizzata con lampade UV per migliorarne il sapore conservandone le qualità organolettiche.
Insomma, l’acqua delle casette rispetto al rubinetto di casa non è più sana, più pulita o controllata, è proprio la stessa.
 

Ne avremmo parlato in consiglio comunale

Su questo argomento c’è una nostra interrogazione depositata il 19 febbraio che avrebbe dovuto essere discussa nel consiglio dedicato del 19 marzo, se il virus non avesse creato problemi.

Nell’interrogazione chiediamo al Sindaco che ha distribuito borracce ai ragazzi di una scuola insieme al presidente di Brianzacque di dirci se nell’occasione hanno anche anche dato indicazione agli studenti su dove riempire le borracce, se dai rubinetti delle scuole o altro.
Vorremmo sapere se ci sono controindicazioni nel bere l’acqua del rubinetto a scuola, visto che i nostri figli la bevono tutti i giorni.
Se come speriamo non ci sono problemi e l’acqua del rubinetto è buona, perché Bianzacque parla di installare erogatori nelle scuole? Ci faccia capire a cosa servono.
Qui il testo dell’interrogazione


Insomma, se tutti dobbiamo RESTARE A CASA, non mandiamo i cittadini a prendere l’acqua alle casette di Brianzacque!
IL SINDACO LO DICA A TUTTI: STIAMO A CASA, BEVIAMO L’ACQUA DEL RUBINETTO!


 

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti