Murales al Centro Sportivo: “dovevamo spendere 7mila euro entro fine anno”

mainagioia

Il Centro Sportivo ha grossi problemi: la struttura necessita di una pesante riqualificazione e la gestione va ripensata (o meglio, messa a gara). Parlare di una questione in cui “ballano” 7.000 euro sembra quasi futile, rispetto agli oltre 300mila spesi sempre dal Comune per coprire i mancati pagamenti delle utenze.

Però anche questo è un segnale che le cose non vanno, che non c’è preparazione né programmazione nella gestione dei beni pubblici.

Di quanto il Centro Sportivo sia stato colpevolmente “maltrattato” da questa amministrazione negli ultimi anni avevamo già parlato qui, ora siamo di fronte all’ennesima ciambella senza buco di un assessorato che, nonostante sia lì ormai da un anno e mezzo, si può ancora definire “improvvisato”.

Abbiamo letto su un giornale online che si sarebbero affidati questi soldi al comitato dello sport per realizzare un murales e tutti ci siamo fatti delle domande: chi, cosa, perché? Siamo andati a leggerci la delibera e abbiamo richiesto la nota protocollata con cui il comitato presentava il progetto e chiedeva i soldi.

Morale: non c’è un progetto, il comitato si limita a dire “faremmo un murales” e che il costo ipotizzato è 7.000 euro. Mentre per capire chi dovrebbe realizzarlo si rimanda a future decisioni. L’amministrazione intanto molla i soldi.

Sul giornale interviene l’assessore allo sport che giustifica la cosa dicendo: “sono soldi che dovevamo spendere entro fine anno”. E questo è grave. Primo perché non sono soldi loro, ma dei desiani. Secondo, in qualsiasi comune a fine anno possono saltare fuori dei fondi che è meglio spendere perché altrimenti restano vincolati, basta avere dei progetti pronti, avere lavorato in anticipo e prodotto delle idee. Ma forse chiediamo troppo ai cosiddetti “competenti”.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti