Mens sana in corpore sano, in ambiente malsano

palestra-coni
(
clicca per ingrandire)

Giovedì 9 luglio, in consiglio comunale si è votata la convenzione tra il Comune di Desio e il CONI per costruire la nuova palestra dedicata alla ginnastica ritmica.Il progetto è quello che vedete nell’immagine e l’area su cui sorgerà (che ci è stato assicurato non ha vincoli particolari di PGT) è quella immediatamente adiacente al PalabancoDesio.
Il consiglio comunale ha votato alla “quasi” unanimità: unico astenuto il Movimento 5 Stelle.

Perché ci siamo astenuti?
Non siamo certo contro lo sport, anzi. Lo sport dà ai nostri ragazzi una chance in più di crescere sani.
E allora perché la loro nuovissima e modernissima palestra deve essere riscaldata bruciando rifiuti e contribuendo a diffondere sostanze inquinanti?

Abbiamo chiesto conto al sindaco del fatto che, nonostante non se ne sia fatta menzione né in commissione urbanistica, né durante la discussione in consiglio, si sia deciso di allacciare il nuovo edificio al teleriscaldamento. Nessuno l’ha detto, ma i documenti parlano chiaro.

Nel 2015 non si può continuare a nascondere la polvere sotto il tappeto: o siamo capaci di fare le cose per bene, o le lasciamo fare ad altri. Non si può soprassedere su argomenti importanti come l’efficienza energetica (nel progetto non se ne parla) o sperare che nessuno legga la parola “teleriscaldamento” e fare finta di nulla.

La salute dei nostri figli non passa solo dallo sport, ma da tutta una serie di buone pratiche di prevenzione alle quali un’amministrazione responsabile non può abdicare: prima fra tutte la riduzione dell’inquinamento ambientale. L’ambiente è un bene pubblico: se gli enti pubblici non lo difendono perché dovrebbero preoccuparsene i privati? Il comune di Desio non ha il potere di chiudere l’inceneritore, ma può scegliere di utilizzare sempre meno i servizi di incenerimento e di teleriscaldamento orientando le scelte in modo più responsabile e sostenibile.

Non si può concedere un diritto di superficie per 99 anni senza nemmeno porsi il problema della qualità energetica e ambientale dell’immobile che sarà realizzato.

Sono bravi tutti a parlare di risparmio energetico e sostenibilità ambientale, ma quello che conta davvero sono i fatti. E i fatti in questo momento dicono altro.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti