Il Bilancio Consolidato

bilancio-consolidato

Con l’introduzione dell’obbligo della redazione del bilancio consolidato, il legislatore ha preso atto di una realtà ormai da tempo riconosciuta: quando una società (in questo caso l’ente locale) controlla altre imprese, i destinatari del suo bilancio non trovano un’informazione rappresentativa se nel bilancio stesso non vengono consolidati quelli delle imprese controllate per esprimere una realtà di gruppo inteso come un’unica entità economica.

Il bilancio consolidato collega l’analisi delle norme di legge a quella delle regole tecniche che disciplinano la materia per illustrare in modo organico, chiaro e rigoroso i principi di base e le diverse fasi che portano alla redazione del consuntivo di gruppo, queste analisi riguardano:

  • La definizione dei soggetti obbligati e dell’area di consolidamento;
  • Le operazioni di pre-consolidamento;
  • Le eliminazioni di consolidamento;
  • Il trattamento delle differenze di consolidamento;
  • La contabilizzazione delle imposte;
  • La determinazione del patrimonio netto e del risultato dell’esercizio di gruppo e di terzi;
  • La valutazione delle partecipazioni non consolidate;
  • La conversione dei bilanci di controllate estere;
  • La redazione della nota integrativa consolidata.

(Fonte Coopers & Lybrand)

Nell’ambito dell’armonizzazione contabile degli enti locali, il Bilancio Consolidato è un documento obbligatorio oltreché necessario. È il Bilancio Consolidato, e non quello della sola società controllante, il vero e indispensabile strumento di conoscenza nonché di valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria di un gruppo e del suo andamento economico. Per essere più precisi:

  • È l’unico strumento che garantisce trasparenza, perché redatto con i dati contabili dei bilanci individuali.
  • È l’unico documento che, consolidato a livello nazionale, potrà essere presentato in sede Europea al fine di poter valutare il nostro paese per quello che è o dovrebbe essere.
  • Nello stesso documento sono chiaramente spiegati, tramite tabelle, la composizione dei Patrimoni Netti delle società partecipate, collegate e consociate, la loro movimentazione e l’apporto di terzi nel Patrimonio Netto Consolidato.
  • Si potranno trovare e leggere tutte le motivazioni concernenti le parti correlate e le transazioni infragruppo.

Insomma un documento utile, necessario e doveroso, ma che sarà redatto, giustamente, ai soli fini conoscitivi.

Il Bilancio Consolidato NON è un aggregazione di numeri, non è la semplice sommatoria dei bilanci individuali. Per poter essere chiamato tale, deve recepire tutte le scritture idonee ed utili al suo consolidamento, sia che si tratti di scritture contabili per elisione partite Intercompany e/o Infragruppo, sia che si parli di scritture di consolidamento, che possono riguardare le differenze di consolidamento piuttosto che la valutazione delle partecipazioni, allo scopo di determinare se le stesse abbiano generato perdite e/o utili gestionali.

La procedura di consolidamento presuppone che ognuna delle entità da considerare abbia un affidabile sistema dei conti, tenuto secondo il metodo della partita doppia, e che qualora in alcuna delle entità del Gruppo Locale tale requisito non sussista, occorre che sia precisato quale è il sistema contabile adottato presso ognuna delle entità interessate, e quali siano gli strumenti di controllo interno nonché di revisione adottati al fine di assicurare che l’informazione contabile prodotta sia chiara, veritiera e corretta .

Tale documento sarà utile in sede Europea per:

  • Rendere meglio conto dell’uso dei fondi dell’UE
  • Fornire relazioni ai decisori e ai cittadini dell’UE
  • Cooperare strettamente con altre istituzioni superiori di controllo
  • Definizione di princìpi per l’audit delle finanze pubbliche

Avrà importanza rilevante e finalizzato a determinare gli indici patrimoniali e reddituali del gruppo pubblico considerato.

Pensando a questo documento su scala nazionale riusciremo a comprendere l’impatto che un tal documento potrà avere in sede Europea.

All’interno dello stesso potremo avere criticità che riguarderanno sicuramente la valutazione delle Partecipazioni, del Patrimonio Netto e del Patrimonio di Terzi.

Saranno tutte voci contabili che concorreranno in maniera importante alla determinazione del risultato finale.

Diverso sarà l’impatto delle cosidette “Poste Intercompany” e/o “Poste Infragruppo”, le stesse saranno solo ed esclusivamente oggetto di riconciliazione contabile, con impatto Economico e Patrimoniale pari a 0, tali voci contabili sono le uniche interessate nel processo di elisione contabile.

Senza questi passaggi obbligati il Bilancio non può chiamarsi Consolidato, ma semplicemente Aggregato.

E importante notare che, le operazioni infragruppo eliminate non costituiscono oggetto di informazioni specifiche nella nota integrativa consolidata, salvo casi particolari quali:

  • Operazioni realizzate con società controllate e valutate con il metodo del patrimonio netto;
  • Valutazioni di immobilizzazioni nel bilancio consolidato al costo per la società cessionaria;
  • I dividendi connessi alle azioni privilegiate, se costituiscono parte rilevante del patrimonio netto consolidato.

È nostra opinione che questo documento sia un grosso passo in avanti, un importante passo verso la descrizione anche analitica di tutte le informazioni che un bilancio consolidato può fornire. È una lettura impegnativa, ma entusiasmante.

È strategico perché quando le attività industriali, commerciali o finanziare di un’impresa sono esercitate, ed ora anche considerando l’ente pubblico, attraverso altre imprese possedute (partecipazioni), l’informazione contabile fornita dal bilancio della singola entità, si rivela insufficiente.

È altresì chiaro che il bilancio consolidato di un ente pubblico Italiano non potrà seguire, almeno per ora, i Principi Contabili Internazionali (IAS – International Standards Accounting), ma dovrà necessariamente far capo ai “Principi contabili generali civilistici e a quelli emanati dall’Organismo Italiano di Contabilità (OIC-17)”.

Il suddetto principio stabilisce che oltre ai documenti già menzionati, lo stesso dovrà essere completato da:

  • Un rendiconto finanziario
  • Un prospetto delle variazioni e dei movimenti delle voci del patrimonio netto tra inizio e fine esercizio;
  • Un prospetto di raccordo tra patrimonio netto e risultato di esercizio della Capogruppo  o del Gruppo

Necessariamente ci sarà un periodo di sperimentazione, comprenderemo che metodo utilizzeranno, presupponendo che si utilizzeranno metodi semplici, come lo può essere il metodo del Patrimonio Netto (in parole povere, il risultato d’esercizio rettifica svalutando o rivalutando il valore della partecipazione posseduta).

Con questo documento, avremo modo di verificare gli impatti economici e patrimoniali di ogni una partecipata comunale nel rendiconto annuale.

Questo è un passaggio e una lettura che ad oggi non ci era concessa, nessuno era in grado di comprendere gli impatti economici e patrimoniali che una società “IN HOUSE” poteva avere nei conti pubblici.

Per concludere si può sostenere che il bilancio consolidato è una fonte di informazioni complementari o corrette. Solo il bilancio consolidato permette di conoscere:

  • Il risultato, la redditività e il “volume d’affari” del gruppo, tenendo conto delle operazioni che potrebbero modificare la situazione della capogruppo (ente locale) o delle società controllate (acquisto-vendita-cessioni all’interno del gruppo), indebitamenti di una società controllata e capacità di richiesta di prestito, distribuzione degli utili;
  • Investimenti ed indebitamento globale del gruppo;
  • Veri mezzi propri (verificandone le eventuali azioni proprie).

Alla luce di quanto sopra specificato riteniamo che la redazione del Bilancio Consolidato “costituisce un elemento necessario” ai fini di una rappresentazione veritiera e corretta degli andamenti economici, finanziari e patrimoniali del Gruppo Ente Locale.    

Per maggiori info consultare questo link

A cura di Oliviero Pelucchi, in collaborazione con Enrico Favara

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti