I tempi lunghi di Corti nella gestione rifiuti

corti2

Era il 2011 e i programmi elettorali dell’attuale sindaco si riempivano di buoni propositi su come aumentare la raccolta differenziata.
Stacco. Torniamo nella realtà. Dopo quattro anni finalmente parte il nuovo contratto per l’Igiene Urbana con Gelsia Ambiente, redatto anche grazie a uno studio della Scuola Agraria del Parco di Monza.
Peccato però che lo strumento più utile per raggiungere l’obiettivo di incrementare la differenziata sia stato rimandato, senza concreti motivi, al secondo semestre 2016.
Detto in altri termini: a dopo le prossime elezioni amministrative.
Stiamo parlando del sistema di raccolta a “tariffazione puntuale” (con tecnologia RFID), quello che permette a chi produce meno rifiuto indifferenziato di risparmiare sulla tassa rifiuti.
Questo sistema, fiore all’occhiello di Gelsia Ambiente, ha già dato risultati eccezionali a Lissone e a Seveso, con una riduzione del rifiuto secco pari a -55% e un aumento della differenziata dal 64 al 78%.

Non era esattamente questo che voleva (o diceva di volere) il sindaco Corti per Desio?

E allora perché non farlo subito?
Forse non ha abbastanza fiducia nell’intelligenza dei suoi concittadini e teme che introdurre un piccolo cambiamento nelle abitudini dei desiani gli possa far perdere voti al prossimo giro?
Secondo il Movimento 5 Stelle Desio si è invece persa un’occasione d’oro per portare da subito innovazione e risparmio nella gestione dei rifiuti, accampando scuse sull’impossibilità di organizzare la raccolta per tempo. Invece Gelsia sarebbe già pronta per partire da gennaio 2016, permettendo al comune di Desio di accelerare nel percorso verso Rifiuti Zero.
Evidentemente per il sindaco questa non è una priorità da realizzare entro la fine del mandato, ne prendiamo atto.
Siamo comunque soddisfatti perché, grazie all’azione del Comitato per l’Alternativa all’Inceneritore di Desio e del M5S che dal 2010 lavora nelle sedi istituzionali per abbandonare l’incenerimento rifiuti e spingere al massimo il recupero di materia; grazie a questo lungo lavoro e grazie a Gelsia Ambiente che ha raccolto la sfida, vediamo oggi primi risultati in Brianza e ci conforta sapere che il nostro sforzo non è stato vano.

Certo, non si può avere tutto: Desio dovrà aspettare il prossimo sindaco!

Paolo Di Carlo, M5S Desio

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti