I cittadini costretti a pagare il debito del Centro Sportivo

foto-centrosportivo

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale abbiamo presentato un’interrogazione per avere chiarimenti sulla gestione e gli affidamenti negli ultimi anni del Centro Sportivo di via Serao.

Questi i punti principali dell’interrogazione:

♦ Dal 2014 a oggi il Centro Sportivo è sempre stato gestito dalla stessa società. Solo ed esclusivamente nell’agosto 2015 è stata indetta una gara, andata deserta, e non capiamo perché non ne siano state subito indette altre, magari rivedendo i termini della richiesta.

♦ Il gestore del Centro, a quanto risulta dalla delibera 155/2017 fino a oggi non ha mai provveduto al pagamento delle utenze che pure erano a suo carico e, nonostante l’Amministrazione fosse perfettamente al corrente della morosità e della difficoltà dell’affidatario a far fronte a questo tipo di spese, non ha mai né preteso il pagamento, né cercato di arginare il debito che intanto si ingigantiva.

Siamo arrivati al 2017 con un debito complessivo di oltre 300mila euro che la Giunta comunale ha deliberato di non far pagare al gestore, ma ai cittadini desiani.

♦ Inoltre, con la stessa delibera, si è deciso di variare la classificazione del Centro Sportivo in “impianto senza rilevanza economica”. 

Questa valutazione non ci trova per niente d’accordo, poiché i criteri utilizzati per classificare l’impianto in questo modo non ci sembrano quelli corretti, essendo per la maggior parte riferiti al fatto che la gestione risulta in passivo, mentre è sulla natura dell’impianto e sulle sue potenzialità che si dovrebbe ragionare e non sull’esperienza (mai confrontata con altre) di un singolo gestore.

♦ La differenza da rimarcare tra un impianto a rilevanza economica e uno che non lo è sta nel fatto che nel secondo caso la legge permette un affidamento diretto, cioè senza obbligo di indire una gara, che invece sarebbe prevista nel primo caso. E infatti, con la delibera citata, la Giunta provvede all’ennesimo affidamento diretto (e prorogabile) alla stessa società che ha gestito il Centro negli ultimi tre anni.

♦ Anche la motivazione riportata nell’atto di Giunta, secondo cui è giusto affidare l’impianto allo stesso gestore poiché finora è stato condotto bene ci lascia molto perplessi. In molti abbiamo potuto constatare, per esempio, le pessime condizioni igieniche degli spogliatoi, sia di persona per chi frequenta il Centro, che grazie alle foto scattate dal consigliere Villa, che ha richiesto un intervento di ATS.
Condizioni di scarsa igiene e mancata manutenzione di cui Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici si sono dichiarati perfettamente al corrente.

L’Assessore allo Sport non ha commentato e si è avvalso della facoltà di rispondere all’interrogazione per iscritto.

Riteniamo che con questo provvedimento si stia procurando un danno ai cittadini desiani, sia dal punto di vista economico che per il fatto che li si priva della possibilità di usufruire di un impianto funzionale e ben gestito, come avrebbe potuto essere se si fossero seguite altre strade, invece di un declassamento che lo condannerà a una progressiva decadenza. Su questi aspetti chiederemo approfondimenti e pareri a chi ne ha competenza.



PS: Con la nuova Convenzione per il 2018 (prorogabile di un altro anno), sottoscritta con l’attuale gestore, il Comune si farà carico delle utenze fino a 90mila euro annui e solo l’eventuale eccedenza sarà a carico della società affidataria. A carico del Comune saranno anche manutenzione ordinaria e straordinaria, potature, ecc.
In pratica l’Amministrazione si è impegnata per altri due anni a far gravare queste spese sulle tasche dei cittadini, pur di evitare di indire una gara.

(Le foto in questo articolo sono di Andrea Villa, consigliere comunale della Lega Nord)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti