Ex Tribunale ancora bloccato: la solita paralisi desiana

Abbiamo interrogato la giunta per sapere quale sia l’esatto motivo per cui il Comune, proprietario dell’immobile dell’ex tribunale, in Via Galli, non ne possa disporre per qualcosa di utile per i cittadini.

LEGGI QUI L’INTERROGAZIONE

Ci ricordiamo bene però i titoloni e le foto sui giornali con Corti e Ricchiuti abbracciati (prima che l’idillio finisse) che celebravano la “vittoria” della senatrice che grazie a un emendamento alla Legge di Stabilità aveva finalmente “sbloccato” il vincolo del Ministero di Giustizia sull’edificio.

Ne avete più sentito parlare? Certo che no, perché poi è finito tutto in un nulla di fatto: l’immobile rimane “occupato” dall’archivio del tribunale e a nessuno sembra che interessi più cercare una soluzione.

In condizioni simili si trova anche la sede dell’ex giudice di pace in via Matteotti.

Per entrambi gli immobili era apparsa una dichiarazione del sindaco in un articolo di giornale che diceva che c’era un progetto “in fase di valutazione da parte della Soprintendenza delle Belle Arti” (fonte: Cittadino di Monza e Brianza). Interrogato su quale fosse questo progetto il sindaco non si ricorda esattamente se il progetto c’era davvero o no.

È in corso anche una interlocuzione tra vari enti, tra cui Comune, Ats, Regione, per individuare quali servizi assistenziali potrebbero essere utili ai cittadini e come si potrebbero utilizzare allo scopo gli edifici dismessi di Desio. Nei vari comunicati sono stati citati anche l’ex tribunale e l’edificio di Via Matteotti, sorvolando però sul fatto che né uno né l’altro sono veramente disponibili.

Insomma, di qualunque cosa si chieda conto, la risposta è sempre LA SOLITA PARALISI DESIANA.

Ma come Movimento 5 Stelle vogliamo trovare una soluzione al più presto a questo blocco dell’immobile del Tribunale. Vi terremo informati.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti