Consiglio comunale a distanza: a Desio ci si è svegliati tardi

Come abbiamo già detto più volte, a Desio si è deciso di convocare il consiglio comunale solo ed esclusivamente per votare l’aggregazione di Aeb con A2A. Di emergenza Covid non si parla. Abbiamo saputo in conferenza dei capigruppo che “al 99% la seduta non sarà trasmessa in streaming” perché non si è ancora riusciti a far funzionare le due cose insieme, videoconferenza e diretta. Ci si poteva pensare prima e risolvere il problema: nei comuni dove si usa la stessa piattaforma che userà Desio, GoToMeeting, lo streaming ci sarà. Quindi è possibile farlo, perché Desio sembra non farcela?

Qui sotto riportiamo alcune considerazioni in proposito del nostro attivista Rocco Barra, esperto informatico, che lavora proprio in questo campo.

Davanti a questa emergenza, tutti hanno dovuto adoperarsi ed ingegnarsi per gestire al meglio necessità e scadenze.
Molte aziende, in pochi giorni, si sono attrezzate per garantire l’operatività in smartworking. Alcune si sono accontentate della soluzione economica e più semplice, che probabilmente non segue di pari passo, le richieste dei clienti.
Altre si sono affidate a soluzioni più strutturate, consce del fatto che tutto ciò che era erogato prima dell’emergenza COVID deve continuare ad essere rispettato.
L’emergenza la stiamo vivendo ormai da 2 mesi. Lo stato di emergenza, per sua definizione, è uno stato con situazioni non previste, con protocolli non testati, con soluzioni non provate.
Trascorsi 10, 15, 20 giorni, uno stallo si è trovato. Si è iniziato a convivere con l’emergenza migliorando giorno dopo giorno le applicazioni della vita quotidiana.
Constatare, però, che a distanza di due mesi, le amministrazioni comunali non si siano ancora adoperate per erogare e garantire ai cittadini gli stessi servizi della normalità, lascia molto da pensare.

Il TUEL all’articolo 10 comma 3 ci ricorda:
“Al fine di rendere effettiva la partecipazione dei cittadini all’attività dell’amministrazione, gli enti locali assicurano l’accesso alle strutture, ed ai servizi gli enti, alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni.”

Sempre dal TUEL all’articolo 38 comma 7 si legge:
“Le sedute del consiglio e delle commissioni sono pubbliche salvi i casi previsti dal regolamento [..]”

Ad oggi, le commissioni consiliari e consigli comunali vengono gestite con collegamenti in videocall come Skype, Teams, GoToMeeting, Zoom e molti altri… sono state abbattute le distanze, ma si è tenuto conto di garantire la partecipazione dei cittadini?
Eppure, molte di queste garantiscono accesso live o addirittura dirette Facebook.
In entrambi i casi, si tratterebbe si adoperarsi per garantire un servizio. Esattamente come hanno fatto svariate aziende per rispettare accordi con i loro  clienti!

Intanto sono passati due mesi, sarebbe bastato consultarsi con aziende che operano nel settore, interrogare un qualsiasi motore di ricerca, proporre un bando sul territorio, chiedere collaborazione ai gruppi politici… Le soluzioni, anche molto “rudimentali”, esistono!
La collaborazione avrebbe suggerito strade percorribili per permettere all’amministrazione di garantire la partecipazione pubblica alla vita politica anche al tempo del COVID:

  • utilizzare un dispositivo che partecipa al meeting, collegarlo in Sala Consiliare al sistema di registrazione e streaming già presente utilizzandolo come fonte video
  • gestire con una diretta Facebook l’intera seduta. Il social in questione permette di selezionare la fonte diversa dalla propria webcam (esempio condivisione dello schermo) e la fonte audio

 Auspichiamo, a questo punto, che si riesca comunque a garantire  la dovuta pubblicità (diretta streaming) e quindi la massima trasparenza verso i cittadini.

La trasparenza è un principio per cui ci siamo sempre battuti. Oltre a questo speriamo  che tutte le proposte, prove e scelte che in questo momento di emergenza si stanno perseguendo rispettino sempre la normativa privacy e il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, n. 2016/679.

Rocco Barra
Network, Security and ICT Advisor


Qui il documento emanato dal Presidente del Consiglio comunale con le regole per lo svolgimento del consiglio a distanza –> DISPOSIZIONI CONSIGLIO COMUNALE IN VIDEO CONFERENZA

 

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti