Bus a chiamata: proviamoci anche a Desio

Abbiamo presentato un ordine del giorno per impegnare Sindaco e giunta a chiedere ad Autoguidovie se si può avviare anche a Desio, come già è stato fatto in altri comuni, la sperimentazione di un bus a chiamata.
A Vimercate c’è già, si tratta di un pulmino da sette posti che circola sul territorio del comune con il biglietto che costa 1 euro. Per prenotarlo si usa una app, il sistema prevede l’invio della conferma di accettazione della prenotazione e circa 15 minuti prima della richiesta avvisa l’utente con l’indicazione dell’orario e del luogo. In base alla richieste l’applicazione crea il viaggio che sarà assegnato all’autista con l’indicazione della sequenza delle fermate di salita e discesa degli utenti, incluso l’orario e il percorso tra le fermate.

La sperimentazione nei primi tre mesi costa al comune di Vimercate 19mila euro.

A Desio è possibile provarci, o almeno avere informazioni precise? È questo che chiediamo con il nostro ordine del giorno: che il Comune faccia una richiesta ad Autoguidovie e tenga informata la commissione Ambiente-Mobilità, oltre ai cittadini ovviamente. Vista l’esperienza di altri comuni, sembra proprio che si possa fare e, oltretutto, sperimentarlo costa meno di un progetto del bilancio partecipativo (ma tanto lì non si sarebbe potuto presentare perché non è “un’opera pubblica”).
Speriamo che stavolta ci ascoltino.

L’ordine del giorno (che si può leggere qui) chiede anche che si facciano incontri pubblici per sapere come vengono spesi i soldi dei desiani per Metrotranvia e quale dovrebbe essere l’impatto sulla città quando mai dovessero partire i cantieri. Era la stessa cosa che avevamo chiesto con una risoluzione al  rendiconto del bilancio che però è stata rifiutata dal Presidente del consiglio, con un’interpretazione del regolamento a nostro avviso non corretta.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti