Azzardo patologico: una piaga in tutti i comuni

azzardo

Durante lo scorso consiglio comunale abbiamo interrogato Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali su questo argomento di cui non si parla mai abbastanza.
(Qui il testo dell’interrogazione)
In molti comuni negli ultimi mesi sono stati richiesti i dati all’Agenzia dei Monopoli di Stato per sapere qual è l’incidenza del gioco sulla popolazione locale e le risposte sono sempre molto allarmanti. Volevamo sapere se anche a Desio l’amministrazione si fosse mossa in questo senso, ma il Sindaco non sapeva della possibilità di fare richiesta. La faremo noi consiglieri M5S e metteremo a disposizione le informazioni.
Abbiamo anche chiesto come si sta sviluppando il progetto “Gastone” nato da un bando finanziato da Regione Lombardia e che raggruppa più comuni, ma sembra che l’attività sia ancora all’inizio (il progetto è stato lanciato lo scorso giugno).
Ci siamo interessati anche dei controlli che la Polizia Locale dovrebbe fare nei confronti dei gestori di locali che ospitano le “macchinette” per il gioco e attendiamo risposta scritta.
Infine abbiamo chiesto se il Sindaco non intenda emettere una nuova ordinanza di restrizione degli orari di gioco, dopo che quella che aveva emanato nel 2012 era stata impugnata al TAR e al Consiglio di Stato che avevano dato torto al Comune, in virtù del fatto che tutte le altre amministrazioni che sono intervenute sul gioco d’azzardo con ordinanze simili hanno invece avuto ragione nei confronti di chi ha fatto ricorso.
Il Sindaco è un po’ dubbioso visto il precedente, ma si è dichiarato disponibile a esplorare di nuovo questa possibilità. Ovviamente noi speriamo che trovi il modo: non bisogna mai smettere di combattere uno dei mali più oscuri della nostra epoca, cioè la dipendenza dal gioco, capace di distruggere vite, famiglie, rapporti umani.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti